Translate My Blog

In fondo la mia vita è la storia dei tentativi che ho fatto di tenere i piedi per terra senza mai smettere di alzare gli occhi al cielo.

M.G

domenica 28 aprile 2013

.. Metamorfosi ..


E vi dirò di come mi sono trasformata.. Di come il corso degli eventi e le svariate situazioni che mi si sono presentate abbiano plasmato e mutato il mio carattere.. Di come il mio cuore sia stato stretto in una morsa di ghiaccio.. E di come la  speranza abbia lasciato quasi del tutto il posto alla diffidenza.. Per raggiungere tutto questo ho dovuto toccare il fondo..

Due o tre sabati fa ero con le mie amiche.. Ero irrequieta perché lui non c'era.. Non riuscivo a godermi la serata.. Una meravigliosa serata con tanto di festa di paese e fuochi d'artificio.. Ma quella sera anche io ho fatto il botto..

Ci fermiamo al solito bar.. Le solite facce.. Le solite chiacchiere.. Quando ad un tratto lo vedo arrivare.. Lui e il suo gruppo di amici.. Ci salutiamo.. Ma i suoi baci di giuda mi gelano l'anima.. Pochi convenevoli.. Qualche sorriso di circostanza e si allontana.. E mi sento l'ultima arrivata.. Mi allontano con le mie amiche e sconvolta mi metto alla guida.. Pochi metri e la macchina viene invasa dal rumore dei miei singhiozzi.. Crollo.. Fisico ed emotivo.. Mi abbandono a me stessa.. Le mie amiche tentano di farmi ragionare mentre il respiro si fa sempre più affannoso.. La classica crisi di panico, ne riconosco i sintomi.. Loro preoccupate tentano di farmi parlare.. Di farmi capire che sono solo troppo nervosa.. Troppo stanca.. Che queste cose capitano a tutti.. Che non sono patetica.. Che non sono nè la prima nè l'ultima ad avere problemi di cuore.. Che però non vale la pena stare così.. Perché nessuno merita di farti provare tanto dolore..
Ma io non riesco a tranquillizzarmi.. Il corpo quasi trema.. Una delle mie amiche balza in avanti per prendere il mio posto sul sedile del guidatore.. Non sono in grado di guidare fino in ospedale, ed è chiaro che ho bisogno di aiuto.. Mi sposto al lato per farle spazio.. Ed è lì che la vedo.. Ed è lì che tutto è cambiato..
 Mi guarda attonita.. Il trucco sbavato da litri di lacrime.. Gli occhi gonfi e rossi per il pianto..
La mia immagine riflessa nello specchio retrovisore mi fissa sconvolta.. Negli occhi tristezza, angoscia e tanta tanta paura.. Paura di essere persa.. Di essere condannata all'eterna  infelicità.. Di non avere più stimoli.. Di non riuscire a raggiungere lui.. Negli occhi una vena di disprezzo luccica.. Disprezzo non solo per lui, ma anche per me stessa.. Per quello che sono diventata.. Una che si piange addosso.. Che piange per uno stronzo.. Che si dispera per la sua indifferenza.. Che si fa il sangue amaro per ogni piccolo ostacolo.. Che è stanca di lottare e di combattere battaglie che sa essere perse in partenza.. Una codarda.. Una che vede solo porte chiuse.. Una che non vede sbocchi nè possibilità..  Da quel giorno la mia vita è cambiata.. 
Mi sono accorta di come ero diventata.. Di come mi ero ridotta.. E di quanto odiassi essere così come non ero mai stata..
Ho imparato a non aspettarmi più niente da nessuno.. Sono diventata indifferente.. Alla vita in generale.. Agli stimoli che provengono dall'esterno.. A quasi tutto ciò che mi circonda.. E sebbene io sia a conoscenza di quanto questo possa essere negativo, non riesco ad abbandonare la mia parte schiva.. Sto provando a mettere da parte l'apatia che mi ha colpita, poco per volta.. Per non incappare in un altro eccesso.. per trovare un giusto equilibrio che mi faccia vivere se non felice, almeno con un briciolo di
serenità quotidiana.. Sto provando a rimettere in sesto il cuore.. Sto provando a camminare di nuovo a testa alta.. A non disprezzarmi più.. A volermi bene.. A mettere me stessa prima, sempre.. Sto provando a non soffrire più.. A far leva sempre e solo sulle mie forze.. Perché la presenza degli altri in fondo è relativa.. La vita è un percorso che compiamo da soli.. È bello contornarsi di persone che possono in qualche modo arricchirla, ma è anche vero che non dobbiamo lasciar dipendere le nostre scelte, le nostre emozioni e noi stessi da costoro.. Questo è stato l'errore che mi ha sempre accompagnata dalla nascita.. Spero di imparare presto a gestire con ponderazione questo mio stato emotivo di continuo bisogno del prossimo.. Vorrei capire cos'è che mi manca davvero.. Quali parti del mio carattere debbano essere demolite e ricostruite, quali debbano essere solo smussate e quali ancora siano già giuste..
Ho sempre pensato che il mio essere fosse simile ad un cubo di Rubik.. È ora che un po' di facce vadano a posto...!!!

8 commenti:

  1. Momosina forza e coraggio, qualunque momosa scelta farai sarà un momopasso in avanti per la tua momosa felicità! Te lo auguro con tutto il momoso cuore :3 un momoabbraccio momosa sognatrice :3

    RispondiElimina
  2. Su su... non c'è bisogno di demolire nulla, lascia che sia l'armonia che nascondi dentro di te a mostrarti la strada.

    RispondiElimina
  3. Non sai quanto mi immedesimo nelle tue parole. Solo qualche mese fa anch'io stavo così...poi una volta toccato il fondo, ogni giorno un po di più sono risalita a galla. Spero che anche tu possa farcela, anzi sono sicura che ce la farai. C'è altro oltre questa sofferenza, c'è solamente un mondo intero. Ti abbraccio <3

    RispondiElimina
  4. Forza e coraggio cara,
    ci saranno momenti come questo in qui prevarrà lo sconforto l'importante è rialzarsi e andare avanti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. I momenti come questo sono all'ordine del giorno! Io sono una depressa cronica in preda - talvolta - a slanci di effimera euforia. Come la mettiamo???
    Sto cercando anche io di equilibrarmi :)

    Un abbraccio
    Manu

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. Hola, te invito a que pases por mi blog de indumentaria!
    https://www.facebook.com/mundobombonn

    Saludos!

    RispondiElimina
  7. nuova follower :)
    spero ti unirai al mio blog ne sarei felice
    http://sweetmakeupandfashion.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/Sweetmakeupandfashion

    RispondiElimina
  8. Hey!
    anche io sto vivendo la tua situazione! Da quasi un anno cerco di seguire la ''strada della felicità'', ovvero prendermi cura di me e vedere con occhio critico la vita, in modo che possa migliorarla sempre di più!

    chin up darling

    V.


    http://victoriasconfession.blogspot.it/

    RispondiElimina

Grazie per aver letto il post!! Se vuoi lascia la tua opinione...